Le ore di sonno sono poche, la tensione percepita molta così come la fatica delle settimane precedenti l’evento, spese nell’enorme organizzazione logistica. La Maratona di Roma 2017 cede il passo all’adrenalina che abbiamo in corpo ma non ai sorrisi sui volti stanchi dei volontari quando, all’alba, ci si incontra in sede per il primo briefing che darà il via alle nostre attività. Quando, come sempre, ci si scioglie in quell’abbraccio simbolico che significa “sono con te, accanto a te”. Quando nel tragitto verso la propria postazione si ripassano mentalmente i gesti da fare. Quando si inizia a lavorare, tutti insieme, sicuri e fiduciosi che la macchina organizzativa opererà come deve. Perché ciascuno di noi ha un ruolo unico e insostituibile all’interno della squadra, un meccanismo perfetto e ben rodato da anni di organizzazione alle spalle. Arriva il momento delle prove radio, riconosci le voci dei tuoi compagni in sala e questo ti infonde serenità. Sai che dall’altra parte del microfono ci sono persone sulle quali contare. Inizia la Maratona e con lei prime segnalazioni dalle squadre a piedi e gli interventi presso la postazione medica. Così passano le ore nelle quali si alternano duro lavoro e momenti di leggerezza. Guardi gli occhi delle persone che assisti, ascolti le loro storie, ti senti ringraziare ma mentalmente sai di essere sempre tu a doverlo fare nei loro confronti e in quelli dei tuoi compagni d’avventura. Lo scambio emotivo che un volontario in servizio sente, ogni volta, forte ed impetuoso come un pugno e allo stesso tempo dolce e fragile come una carezza, è il motore di tutto. È l’anima di questa macchina difficile e meravigliosa chiamata Volontariato. È la spinta profonda a misurarsi con le proprie paure, far fronte alle emozioni e non tirarsi indietro laddove, spesso, tutto suggerirebbe di fare il contrario. Dopo anni di organizzazione di Maratona di Roma, dopo pile di cartoni di pizza a testimoniare le nottate spese ad approntare ogni minimo dettaglio, dopo la fatica, l’adrenalina, dopo tutto, ci sono loro, i Volontari di Vox. E sorridono, sempre.

Anche quest’anno la Maratona di Roma è stato un successo sportivo, di pubblico e, oggi come ieri e speriamo domani, dei volontari che ne prendono parte.

 

Tagged with →  

Dicci la tua!