Cose da fare PRIMA che eventualmente si presenti un terremoto

  • Scegliere un posto sicuro, in ogni stanza, sotto un tavolo resistente o contro un muro interno dove non ci sia nulla che possa cadervi addosso;
  • Impratichitevi almeno un paio di volte l’anno nella procedura SDRAIATI, COPRITI, RESISTI. Consiste nel nascondersi sotto un tavolo robusto, proteggere gli occhi con un avambraccio, resistere. In assenza di un tavolo, sedersi contro un muro interno, lontano da finestre, scaffali o altro materiale che possa cadervi addosso;
  • Scegliete il contatto di un familiare che abiti lontano da voi, consideratelo punto di riferimento in caso di emergenza, e fate si che tutta la vostra famiglia sia informato della scelta;
  • Effettuate un corso di primo soccorso, vi verrà utile non solo in caso di terremoto;
  • Imparate ad utilizzare un estintore;
  • Informate tutti i vostri contatti non familiari più importanti del vostro piano d’emergenza.

Che fare appena comincia la scossa – se siete A CASA

  • SDRAIATEVI, COPRITEVI, RESISTETE! Raggiungete il vostro “luogo sicuro”, sdraiatevi per terra, copritevi grazie al vostro “luogo sicuro”, non muovetevi fino alla fine della scossa.
  • Se siete a letto, copritevi la testa col cuscino e rimanete lì.
  • Se siete all’esterno, cercate un posto libero lontano dall’edificio e lontano da alberi o linee elettriche sospese. Sedetevi a terra sino alla fine della scossa.

Che fare appena comincia la scossa – se siete in AUTO

  • Rallentate. Accostate fino alla fine della scossa. Se sicuro, riprendete successivamente la guida, con cautela (le scosse possono ripertesi anche in brevi lassi di tempo).
  •  Non tentate di superare cartelli di blocco circolazione.
  • Non passate sotto ponti o linee elettriche.
  • Non guidate attraverso acqua in movimento o stagnante.
  •  Non abbandonate l’auto, salvo che il restarvi all’interno non rappresenti un pericolo. In caso, non abbandonatela anche in mezzo alla strada.

Cosa fare al termine di una scossa

  • Controllare il proprio stato di salute. Proteggersi da eventuali successive scosse indossando pantaloni lunghi, maglie lunghe, scarpe il più possibile pesanti. Controllate per eventuali ferite di altre persone intorno a voi, ed eventualmente intervenite per quello che vi è di competenza in base al vostro grado di preparazione.
  • Spegnete, se possibile, eventuali fiamme libere provocate dal sisma. Chiudete il gas.
  • Aspettatevi nuove scosse. In ogni eventuale occasione, ripetete la procedura SDRAIARSI, COPRIRSI, PROTEGGERSI.
  • Controllate eventuali danni visibili all’abitazione. In caso di dubbio sulle reali condizioni, abbandonare l’edificio.
  • Usate il vostro telefono solo per reali emergenze. Cambiate il vostro messaggio di segreteria telefonica in “Sto bene”.

Preparate un kit domestico a prova di disastro, che contenga:

  • Un kit di primo soccorso
  • Cibo in scatola (e un eventuale apriscatole)
  • Almeno 10 litri d’acqua per persona
  • Vestiti protettivi, dal freddo e dall’acqua
  • Una radio a batteria e delle torce elettriche e relative batterie di ricambio
  • Materiale speciale per eventuali infanti/anziani/disabili/animali domestici presenti in famiglia
  • Istruzioni scritte sulle modalità di interruzione del servizio domestico gas e luce
  • Tenere una torcia e delle scarpe robuste vicino al letto
  • Un piede di porco
  • Un fischietto

Indicazioni di dettaglio su come conservare l’acqua in caso di emergenza sono disponibili QUI (in inglese)

Preparate un kit da auto a prova di disastro, che contenga:

  • Acqua e cibo
  • Un kit di primo soccorso
  • Denaro
  • Scarpe robuste
  • Vestiti confortevoli ma protettivi
  • Una giacca, un cappello
  • Carta e penne
  • Un fischietto
  • Lista di numeri di emergenza
  • Oggetti personali per la cura della persona (carta igienica, salviette ecc.)
  • Radio a batteria
  • Una torcia
  • Una coperta
  • Materiale speciale per eventuali infanti/anziani/disabili presenti in famiglia
  • Delle carte da gioco (sembra banale e stupido, ma non lo è)

Se il servizio domestico di fornura dell’acqua potabile è interrotto

  • NON SCARICARE l’acqua del water
  • Chiudere l’acqua domestica, in caso il flusso venisse ripristinato e fosse contaminato
  • Usare il water, ma non scaricare l’acqua del contenitore
  • Raccogliere i rifiuti organici in una doppia busta di spazzatura
  • Aggiungere alla doppia busta della spazzatura additivi chimici precedentemente acquistati per la sanificazione (se disponibili)

In caso non sia possibile utilizzare la toilette

  • Utilizzare un secchio che sia possibile chiudere ermeticamente
  • Svuotarlo quando necessario in una doppia busta della spazzatura
  • Aggiungere alla doppia busta della spazzatura additivi chimici precedentemente acquistati per la sanificazione (se disponibili)